“Evoluzione dell’informazione cattolica”, un libro di lezioni inedite sulla comunicazione della e nella Chiesa

“Evoluzione dell’informazione cattolica”, un libro di lezioni inedite sulla comunicazione della e nella Chiesa

ROMA. Diverse firme del giornalismo cattolico, esperti dell’informazione televisiva e fotografica, della carta stampata e del web, condensano in 220 pagine lezioni inedite del cosiddetto “vaticanismo” o della comunicazione della Chiesa, della sua evoluzione e delle numerose sfaccettature emerse con le nuove tecnologie. “Evoluzione dell’informazione cattolica” è il titolo del volume curato dal giovane Matteo Cantori, edito dalla Nuova Editoriale Romani. 

«Una “scuola di giornalismo cattolico” in formato tascabile realizzata per il grande pubblico», la definisce nella sua prefazione l’arcivescovo Claudio Maria Celli, presidente emerito del Pontificio Consiglio per le Comunicazioni sociali. Ma, spiega il prefetto del Dicastero della Comunicazione, Paolo Ruffini, non si tratta solo «di un lavoro per i soli giornalisti ed operatori dell’informazione cattolica», bensì per chiunque voglia approcciarsi alle teorie e tecniche della comunicazione.

Vai all’articolo completo

Vai al libro

Comunicazione cattolica

Comunicazione cattolica

Matteo Cantori, avvocato marchigiano, docente di Storia dei Rapporti tra Stato e Chiesa presso l’Università Niccolò Cusano di Roma, è un collaboratore del nostro giornale. Tra le varie pubblicazioni che ha dato alle stampe si distingue, ultimamente, Evoluzione dell’informazione cattolica (Editoriale Romani 2021) in cui, come recita il sottotitolo, fa riferimento alle lezioni inedite di giornalismo da parte di figure che operano nell’ambito della Chiesa e delle varie diocesi italiane. Nella postfazione Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, afferma esplicitamente: “Questo testo, con tutti i suoi contributi, vuole farci riflettere su come l’annuncio cambia e opera nella storia e nella società, seguendo nuovi linguaggi e nuove tecnologie”.

Ancora fede sulla terra?

Ancora fede sulla terra?

“Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?”: riportate dall’evangelista Luca, queste parole di Gesù non possono non provocare un forte turbamento. Certo, gli esegeti suggeriscono di non interpretarle in senso negativo e pessimistico, bensì come una esortazione rivolta ai credenti a rimanere saldi nella fede anche quando le difficoltà e le delusioni tendono a smorzare ogni entusiasmo. […]

“Avvenire” propone “Alla sera della vita”

“Avvenire” propone “Alla sera della vita”

Il quotidiano Avvenire presenta in apertura della sezione su bioetica e salute il nostro volume “Alla sera della vita”.

Una «riflessione serena e rispettosa del vissuto del sofferente, partendo dal suo essere persona e offrendo la disponibilità per un “accompagnamento umano sereno e partecipativo”». Così, citando il Papa, don Massimo Angelelli condensa il senso di «Alla sera della vita. Riflessioni sulla fase terminale della vita terrena», il documento che l’Ufficio Cei per la Pastorale della Salute di cui è direttore ha diffuso il 16 dicembre e che viene pubblicato come libretto tascabile (126 pagine, 7 euro) dall’Editoriale Romani, che ha già curato altre pubblicazioni dell’Ufficio. Il libro può essere prenotato e acquistato, anche con ordinativi consistenti, tramite librerie, sulle varie piattaforme digitali o scrivendo a ordini@grupporomani.org. Info su www.editorialeromani.it.